TAR Lazio - nuova retromarcia sul riconoscimento del diritto alle cosiddette "astreintes"

10.07.2015 News
TAR Lazio Sezione Seconda Sentenza n. 9154/2015, pronunziata a conclusione del giudizio iscritto al n. 668/2015 di registro generale, pubblicata in data 8 luglio 2015. I giudici della Seconda Sezione del TAR del Lazio, con una non condivisibile decisione, ritornano sulla questione del diritto al riconoscimento delle cosiddette "astreintes", negandolo in nome del perdurare della crisi finanziaria dello Stato italiano, affermando il seguente principio: La Sezione, alla luce del protrarsi della crisi finanziaria e delle difficoltà di bilancio dello Stato, pur in assenza di specifiche deduzioni difensive volte a valorizzare ragioni ostative al riconoscimento del danno di cui si discute, costituendo tali ragioni ormai fatti notori, ex art. 115 c.p.c., ritenendo la necessità di contemperare il diritto dei creditori con le previsioni e le esigenze di bilancio, ormai invocata da una nutrita giurisprudenza di primo grado, rigetta la domanda volta al conseguimento della condanna dell'amministrazione al pagamento delle cosiddette "astreintes".
Indietro Archivio

Indirizzi e link di riferimento

  • La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo
  • F - 67075 Strasbourg-Cedex
  • Tel: 33 (0)3 88 41 20 18
  • Fax: 33 (0)3 88 41 27 30
  • Web: www.echr.coe.int
  • DUit - Diritti Umani in Italia
    www.duitbase.it